ilmeteo.net

La Siberia brucia, inizia la stagione degli incendi: ecco i video

Inizia la stagione degli incendi nella Siberia centro-meridionale. Video di vasti roghi arrivano da diverse aree. Nell'estate del 2021 vasti incendi avevano colpito anche la Siberia del nord, oltre il Circolo Polare Artico.

Negli ultimi giorni sono tornati gli incendi nella Siberia sud-occidentale, nell'oblast' di Omsk ma anche in altre aree, come la Repubblica di Buriazia, in Russia, in aree della Siberia centrale, orientale ed occidentale.

Negli ultimi giorni il giornale locale "The Siberian Times" ha pubblicato numerosi video, tra i quali una ripresa aerea che mostra la situazione nella valle di Tunkinskaya, Repubblica di Buriazia, dove si trovano le paludi di Koymor. Questo ecosistema unico, con piante rare e specie autoctone è minacciato seriamente dagli incendi in corso, riporta la testata. Il video si può vedere qui sotto.

Video di incendi arrivano anche da altre aree della Siberia. Sempre secondo quanto riporta l'account Twitter di The Siberian Times, sessanta abitazioni sono state distrutte dal fuoco nei dintorni di Kansk, ad est di Krasnoyarsk nella Siberia Centrale. E, come accaduto anche nel 2021, il fumo degli incendi è arrivato anche nelle città, causando problemi di visibilità e compromettendo la qualità dell'aria. Qui sotto, la situazione nella città di Barnaul, nella repubblica dell'Altaj.

Gli incendi in Siberia sono visibili anche dal satellite, come mostra la foto satellitare scattata dal satellite Sentinel 2 del progetto Copernicus, dell'Unione Europea.

Nel corso dell'estate 2021 ed anche in quella del 2020 hanno fatto il giro del mondo i video e le foto degli enormi incendi nella Siberia settentrionale. Tra le cause, l'eccezionale aumento delle temperature degli ultimi anni in quelle aree.