ilmeteo.net

Qual è la probabilità che un buco nero entri in collisione con la Terra?

Sebbene ci siano diversi buchi neri nell'Universo e nella Via Lattea, non sembra esserci una grande possibilità che entrino in collisione con il pianeta Terra. Ma se ciò dovesse accadere, potrebbe avere gravi conseguenze. Scopri di più qui!

buco nero
Se un buco nero dovesse colpire il pianeta Terra, le conseguenze sarebbero devastanti per la vita sul pianeta Terra.

Un buco nero è una regione dello spazio-tempo in cui il campo gravitazionale è così forte che nessuna particella o radiazione elettromagnetica può fuoriuscire. Il buco nero più vicino al Sistema Solare è stato scoperto nella Via Lattea. Una ricerca pubblicata sul The Astrophysical Journal stima che sia circa 12 volte la massa del Sole e distante 1.550 anni luce.

Gli astrofisici indagano sui buchi neri che inondano il cosmo attuale

I primi buchi neri nati nel Big Bang stanno inondando il cosmo attuale. Il cosmo primordiale era più complesso e selvaggio. Tuttavia, è stato il Big Bang a segnare la transizione di fase radicale, la scissione degli elementi fondamentali e altri eventi che sfociano nel cosmo ben definito di oggi. Gli scienziati hanno cercato di capire la fisica dei primi minuti prima dell'evento e di analizzare le condizioni estreme che formano i buchi neri, come il collasso della stella su se stessa negli ultimi istanti di vita.

Sebbene le stelle non siano ancora presenti nei primi secondi di esistenza dell'Universo, hanno condizioni e caratteristiche che favoriscono la formazione di buchi neri. Le condizioni devono essere state perfette per la comparsa dei primi buchi neri nell'Universo.

In questo senso, va notato che i buchi neri non sono neri al 100% e perdono massa a causa della radiazione di Hawking. È questo complesso processo della meccanica quantistica che permette ad alcune particelle e radiazioni di fuoriuscire. In effetti, più piccoli sono i buchi neri, più velocemente perdono massa.

Il numero di piccoli buchi neri in una galassia dipende dalla quantità di materia oscura presente e dalle dimensioni di ciascuno. Attraverso simulazioni al computer, è stato dimostrato che il gas della materia oscura ha una velocità di 160 chilometri al secondo e un buco nero con la massa di un asteroide potrebbe raggiungere una velocità equivalente a quella necessaria per percorrere la distanza tra Giove e la Terra in poche settimane.

Cosa aspettarsi da un buco nero che colpisce il pianeta Terra?

In un articolo su Big Think, vengono sottolineate le possibilità che un buco nero colpisca il pianeta Terra. Sebbene ci siano molti buchi neri nell'universo e nella Via Lattea, non sembra esserci alcuna possibilità che colpiscano la Terra. In ogni caso, va detto che questi buchi neri sono praticamente invisibili e difficili da rilevare.

Il professor Roger Romani della Stanford University, parlando a NewsWeek, ha affermato che il buco nero più vicino al Sistema Solare, a 1.500 anni luce, non è abbastanza vicino da colpire il nostro pianeta.

Inoltre, il fatto che i buchi neri possano vagare per la galassia invece di orbitare attorno al centro galattico riduce la probabilità che qualsiasi fenomeno associato ai buchi neri si verifichi sul pianeta Terra.

Steven Tingay, astrofisico, afferma che sarebbe necessario un incontro molto ravvicinato affinché la Terra venga distrutta da un buco nero e sottolinea anche che, se si verificasse, i risultati di questa interazione avrebbero conseguenze catastrofiche prima che il pianeta Terra fosse distrutto.

Gli effetti gravitazionali del buco nero causerebbero "spaghetti" ai bordi più vicini del buco nero. Semplificando questo concetto, sarebbe responsabile dell'allungamento verticale e della compressione orizzontale di oggetti in forme strette e allungate in un campo gravitazionale molto forte.

Se si verificasse un enorme buco nero, il pianeta potrebbe essere inghiottito e nulla ci avviserebbe fino al momento del grande disastro. Va notato che la probabilità è molto bassa.