Il 2020 batterà nuovi record di temperatura secondo il Met Office

Le previsioni dei centri meteorologici del Regno Unito prevedono che il prossimo anno sarà uno dei sei più caldi dal 1850, da quando cioè sono iniziate le registrazioni di temperatura. Tutti gli altri anni più caldi sono avvenuti dal 2015 in poi...

Catherine Early Catherine Early Lorenzo Pasqualini 28 Dic 2019 - 07:00 UTC
Lotta contro gli incendi in New South Wales, Australia, dove sono in corso oltre cento roghi.
Lotta contro gli incendi in New South Wales, Australia, dove sono in corso oltre cento roghi.

La temperatura media globale nel 2020 si posizionerà fra 0.99°C e 1.23°C sopra la media del periodo pre-industriale, dal 1850-1900, secondo le previsioni del Met Office del Regno Unito.

Se questa previsione diventerà realtà, continuerà la tendenza per gli anni più caldi che il mondo abbia vissuto dal 2015, quando le temperature globali superarono per la prima volta di 1° C quelle del periodo preindustriale del 1850-1900.

L'anno più caldo mai registrato è stato il 2016, quando un significativo riscaldamento legato a El Niño nel Pacifico tropicale ha aumentato la temperatura globale. Si prevede che il prossimo anno sarà un altro anno molto caldo, ma questa volta l'aumento è causato dall'aumento dei livelli di gas serra piuttosto che da El Niño, secondo quanto affermano i meteorologi.

El Niño, assente

Il professor Adam Scaife, capo della previsione a lungo termine presso il Met Office, ha dichiarato: “eventi naturali, come il riscaldamento indotto da El Niño nel Pacifico, influenzano il sistema climatico, ma in assenza di El Niño, questa previsione fornisce un chiaro immagine del fattore più forte che causa l'aumento delle temperature: le emissioni di gas serra".

Il dottor Nick Dunstone, un esperto di variabilità climatica presso il Met Office, ha aggiunto che il riscaldamento della Terra non si distribuisce uniformemente sulla superficie del globo, poiché si verifica in gran parte nell'Artico e sulle masse terrestri. Questo è come previsto al lancio del Met Office Hadley Centre, uno dei principali centri di ricerca sul clima del Regno Unito, e la pubblicazione del primo rapporto degli scienziati del clima al Pannello intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC) 30 anni fa, ha osservato.

La previsione del Met Office per la temperatura media globale del 2019, pubblicate l'anno scorso, era che le temperature sarebbero aumentate da 0,98 ° C a 1,22 ° C. Le ultime osservazioni sulla temperatura globale mostrano che le previsioni concordano strettamente con le temperature sperimentate, con il periodo gennaio-ottobre 2019 che mostra una temperatura media globale di 1,11° C sopra i livelli preindustriali.

Conseguenze climatiche

Le temperature record di quest'anno hanno coinciso con inondazioni storiche a Venezia, in India e in alcune parti dell'Africa orientale e incendi boschivi significativi negli Stati Uniti e in Australia.

Uno stato di emergenza è stato ora dichiarato nel Nuovo Galles del Sud, poiché l'ondata di caldo da record alimenta i timori di aggravare la crisi degli incendi.

Martedì il paese ha visto la sua temperatura più calda di sempre, con un massimo medio di 40,9 ° C. Tuttavia, questo record è stato battuto solo un giorno dopo, quando la media è salita a 41,9 ° C. I pompieri nel Nuovo Galles del Sud stanno combattendo contemporaneamente circa 100 incendi.

Pubblicità