ilmeteo.net

Gigantesco chicco di grandine in Texas: le immagini!

Un chicco di grandine caduto in Texas ad aprile è stato confermato come il più grande mai registrato nella storia dello stato. La pietra pesava più di un chilo.

Granizo gigante bate recorde no Texas, Estados Unidos
Il gigantesco chicco di grandine ha battuto ogni record a Hondo, in Texas, dove si è schiantato al suolo (è proprio il caso di dirlo) d aprile. (immagine: Lino Ramirez)

Il 28 aprile 2021 una violentissima grandinata ha colpito la città di Hondo in Texas, negli Stati Uniti. In quell'occasione è stato raccolto dalla gente del posto un chicco gigante, fotografato e poi messo in un congelatore.

Quando i residenti hanno pubblicato le foto sui social media, dove hanno attirato molta attenzione, gli esperti dell'Insurance Institute for Business and Home Safety e del National Weather Service hanno deciso di esaminare ed eseguire una scansione tridimensionale della roccia per analizzare questo fenomeno estremamente raro e pericoloso.

L'esame ha rivelato che il gigantesco chicco di grandine aveva un diametro superiore a 16 cm, l'equivalente di un melone, e un peso superiore a 600 grammi. È, quindi, il più grosso pezzo di ghiaccio legato a un fenomeno di grandine mai rinvenuto nello stato del Texas.

Il 12 maggio, un Comitato di Stato di meteorologi si è riunito per esaminare le prove e le registrazioni atmosferiche, determinando che il pezzo di ghiaccio è stato realmente rilevato in quel posto. La tempesta di grandine è stata una delle tre diverse grandinate che hanno colpito il Texas e l'Oklahoma nello stesso giorno, e in totale ha causato danni per oltre 1 miliardo di dollari.

I venti stimati fino a 180 km/h hanno sollevato enormi chicchi di grandine e causato gravi danni a veicoli, alberi e tetti. Si è formato anche un tornado che è durato poco ed ha fatto pochi danni. Dal 2009, chicchi di grandine sempre più grandi sono stati registrati in alcuni stati degli USA come Colorado, Alabama, Illinois, Oklahoma e Vermont. I record vengono costantemente battuti in tutti questi stati e c'è la possibilità che l'intensificazione sia correlata al cambiamento climatico.

Tuttavia, il possibile record mondiale non è per gli Stati Uniti, ma per il Sud America: uno studio del 2020 ha documentato un chicco di grandine di quasi 24 cm di diametro caduto nella provincia di Córdoba, in Argentina, l'8 febbraio 2018. Questo è forse il più grande fra i chicchi di grandine mai registrati sul pianeta.

Come si forma la grandine?

La grandine si forma nelle nuvole temporalesche, chiamate anche cumulonembi. Nelle parti superiori di una nuvola di questo tipo, è normale che le temperature siano abbastanza basse da formare masse di ghiaccio che crescono attraverso l'accrescimento: gocce d'acqua e particelle di ghiaccio si aggregano e formano particelle sempre più grandi.

Queste particelle di ghiaccio, sebbene ancora piccole, sono trattenute nelle nuvole dai violenti venti associati al temporale. Lì continuano a crescere finché non raggiungono dimensioni sufficienti per sfondare quella barriera di vento e cadere dal cielo.

Perché una grandine raggiunga le dimensioni di una pallina da golf, ad esempio, il processo richiede che più di 10 miliardi di gocce si uniscano in un periodo massimo di 10 minuti. Quando la grandine cade, inizia a sciogliersi e spesso non raggiunge il suolo, sciogliendosi completamente e cadendo in acqua liquida (pioggia). Tuttavia, in caso di temporali molto intensi, la grandine può raggiungere dimensioni abbastanza grandi da raggiungere il suolo.

Un chicco di grandine può essere trasparente o parzialmente opaco e di solito ha dimensioni che vanno da qualcosa come un fagiolo a una pallina da golf. Le pietre più grandi, come quella del Texas, sono rare. A seconda delle loro dimensioni, possono finire per essere estremamente dannosie per automobili, aerei, tetti in vetro e soprattutto prodotti agricoli. I danni causati dalla grandine ammontano ogni anno ad almeno 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti.