ilmeteo.net

Meteo: insidioso vortice, rischio nubifragi su Sicilia e Sardegna

Nel fine settimana forti temporali sono attesi anche in Sicilia, mentre sul resto del territorio nazionale la situazione meteorologica andrà a migliorare.

Temporali in mare aperto

Mentre in gran parte d’Italia si continuano a vivere condizioni climatiche tipicamente estive, con temperature ben oltre le medie tipiche del periodo e tempo soleggiato, sulle nostre Isole Maggiori si riaffaccia il maltempo, per l’isolamento di un vortice depressionario in quota, colmo di aria fredda in quota.

Situazione meteorologica insidiosa per le Isole

Come abbiamo avuto modo di evidenziare più volte, alcune configurazioni bariche che si manifestano in questo periodo dell’anno possono essere adatte per lo sviluppo di fenomeni meteorologi particolarmente violenti. L’aria calda e carica di umidità che si accumula nei bassi strati, al transito della prima modesta perturbazione atlantica, può fornire l'energia sufficiente per lo sviluppo di fenomeni temporaleschi, anche estremi.

In questo caso abbiamo a che fare con un “cut/off”, un vortice d’alta quota semi-stazionario che interagisce con la calda superficie marina del Mediterraneo, originando instabilità e una vivace attività temporalesca. Generalmente, in passato, questi vortici in quota sono stati i responsabili delle principali fasi di maltempo che hanno investito l’Italia tra la stagione estiva e l’inizio dell’autunno.

Nubifragi sulla Sardegna meridionale

In questo momento la Sardegna è la regione maggiormente interessata da questa intensa fase di maltempo che sta coinvolgendo i settori più meridionali, specie l’area del cagliaritano occidentali, dove sono in atto veri e propri nubifragi. Oggi un’allerta rossa era stata emessa per l’oristanese, dove si aspettavano piogge intense e forti temporali. Una allerta arancione riguarda il Sulcis e l’area del cagliaritano.

Attualmente, come è possibile vedere dalla nostra mappa radar, intensi nuclei di pioggia dal Canale di Sardegna stanno risalendo in direzione del Sulcis e del cagliaritano. In alcune località, come nella città di Cagliari, già si sono superati i 100 mm di pioggia. Parliamo di accumuli veramente abbondanti, ma destinati a salire già dalle prossime ore.

Domani il maltempo si estenderà al nord e Sicilia occidentale

Il lento spostamento verso levante di questo vortice in quota favorirà una estensione del maltempo sulle regioni nord-occidentali e sulla Sicilia, dove giungeranno nuvole, accompagnate da piogge e persino temporali che si faranno più frequenti nelle ore centrali del giorno.

Qualche temporale di calore, nelle ore pomeridiane, si originerà pure sulla dorsale appenninica, presentandosi in modo sparso. Sul Triveneto, lungo la costa adriatica e sul resto del sud peninsulare, invece, prevarranno ancora ampie schiarite con spazi di sole e clima caldo e soleggiato.

Nel weekend rischio di forti temporali in Sicilia

Dopo aver colpito la Sardegna, nel fine settimana sarà proprio la Sicilia a risentire maggiormente degli effetti destabilizzanti di questo vortice in quota, che nel frattempo avrà spostato il suo centro di massa sul mar Tirreno.

Sabato il rischio di vedere temporali, localmente anche di forte intensità, sarà elevato sulla Sicilia, in modo particolare sulla Sicilia centro-settentrionale. Domenica altri temporali, anche di moderata o forte intensità, potrà coinvolgere soprattutto i settori occidentali dell’Isola, fra trapanese, agrigentino e palermitano.

Tempo in miglioramento sul resto del Paese

Mentre le Isole Maggiori saranno interessate dall’instabilità, sul resto del Paese il tempo tenderà a migliorare, con il ritorno ad ampi spazi di soleggiati e temperature attese in aumento, con massime che potranno raggiungere facilmente punte di oltre +31°C +33°C.