8 marzo primaverile, ma da lunedì le cose cambiano

È un 8 marzo primaverile e caldo sull'Italia. Anche il fine settimana lo sarà. Ma la settimana prossima le condizioni meteo cambieranno: ecco cosa succede a partire da lunedì.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 08 Mar 2019 - 09:42 UTC
appennino-neve
Da lunedì cambiamento meteo: potrebbe tornare la neve sull'Appennino centro-meridionale.

L'Italia sta vivendo un 8 marzo di stabilità meteo. Salvo qualche piovasco in alcune aree del paese, la giornata si sta caratterizzando per bel tempo e temperature miti. Da fine febbraio assistiamo a temperature massime superiori alla media del periodo. C'è stata una parentesi di pioggia e neve su alcune zone del Nord conclusasi oggi, ma la neve e il freddo hanno interessato soltanto la catena alpina. Ora torniamo a massime che in Sicilia superano i 20°C, e in altre zone d'Italia, da Milano a Napoli, da Bari a Bologna, ci si avvicinano molto.

Un fine settimana di primavera

I prossimi giorni continueranno così: tempo generalmente soleggiato e primaverile sull'Italia, con massime che ci regaleranno un fine settimana mite e molto gradevole.
Le condizioni meteo che viviamo su buona parte dell'Italia sono dovute a un vasto campo anticiclonico, grande protagonista delle ultime settimane su buona parte dell'Europa. Le cose però stanno per cambiare: il modello europeo prevede cambiamenti nella circolazione atmosferica. L'aumento delle ondulazioni del jet stream riporterà probabilmente sull'Italia condizioni maggiormente invernali.

Si abbassano le temperature e torna la neve: ecco dove

Il modello europeo disegna uno scenario di abbassamento delle temperature a partire dalla giornata di lunedì 11 marzo, più marcato in quella di martedì 12. Vedremo tornare la pioggia al Centro, e nella giornata di martedì vedremo tornare la neve sull'Appennino centrale e poi su quello meridionale. Dopo le temperature di questi giorni avremo un abbassamento di diversi gradi. Non sarà un crollo, ma le massime caleranno di diversi gradi, le minime torneranno sotto lo zero nelle aree più elevate e interne ed in generale la sensazione sarà quella di un ritorno a una situazione più tipica di una prima metà di marzo, dopo l'anomalia dei giorni scorsi con massime e minime sopra la media. Insomma: l'inverno non è ancora finito. E la primavera ormai alle porte, è una stagione di transizione.

Pubblicità