StoreWindows10

Ecco l'arrivo dell'onda anomala di lunedì alle Baleari

Il 16 luglio le isole di Maiorca e Minorca, nell'arcipelago delle Baleari, sono state investite da un mini tsunami che ha causato danni e molta apprensione. Ecco il video, e una breve spiegazione su quanto accaduto.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 18 Lug 2018 - 09:31 UTC

Lunedì 16 luglio le isole di Maiorca e Minorca, nell'arcipelago spagnolo delle Isole Baleari, sono state investite da onde anomale che hanno causato diversi danni lungo la costa. Il fenomeno è avvenuto nella prima mattinata, con un'oscillazione del livello del mare che è arrivata a toccare 1,5 metri. L'oscillazione ha causato sulla costa un piccolo tsunami, che non è stato però causato da eventi sismici.

In Italia questo fenomeno è noto come marrobbio, o marrùbbio, ed è una improvvisa variazione del livello del mare causata da eventi meteo. Una serie di aumenti e diminuzioni di pressione portano a questi fenomeni, conosciuti da tempo. In Italia il marrobbio interessa soprattutto le coste della Sicilia. Recentemente un evento del genere è avvenuto a Lampedusa.

Il marrobbio di lunedì, con un'oscillazione del livello del mare piuttosto importante, si è tradotto sulla costa delle due isole spagnole in un fenomeno che ricordava un mini-tsunami. Secondo quanto riporta il portale spagnolo di Meteored, Tiempo.com, una famiglia di turisti tedeschi è stata sorpresa dal fenomeno presso Sa Cova Blanca, nel municipio di Santanyí, ed uno d loro è deceduto. Il fenomeno era stato previsto ore prima dall'Aemet, l'agenzia meteo spagnola, che aveva decretato allerta meteo per marrobbio.

L'onda anomala ha fatto incagliare imbarcazioni, trascinato via cassonetti, creato danni nelle spiagge e invaso anche per alcuni minuti il lungomare presso Alcúdia. Nel video si vede quanto accaduto presso la Cala en Blanes, nel municipio di Ciutadella.

Pubblicità