I parchi nazionali italiani: ecco quali sono

I parchi nazionali italiani sono 25, ed occupano una estensione di oltre quindicimila chilometri quadrati, circa il 6% della superficie nazionale. L’Italia è uno dei paesi con più parchi in Europa. Senza contare le tante riserve e parchi regionali.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 24 Apr 2018 - 03:50 UTC
gran-sasso-montagna
Il parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga è uno dei 25 parchi nazionali italiani

La storia dei parchi nazionali italiani iniziò nel lontano 1922. Oggi l’Italia è uno dei paesi d’Europa con più parchi nazionali e con una superficie totale di aree protette molto importante. Qui sotto una panoramica sui 25 parchi nazionali italiani, suddivisi per area geografica. Da considerare che, oltre ai parchi nazionali, ci sono i parchi regionali, quelli provinciali, le riserve, le aree protette, e le oasi naturali, che non vengono menzionati in questo articolo. Ora che la primavera è nel suo pieno, un ottimo piano può essere lasciare alle spalle le città per scoprire le aree naturali del nostro territorio.

I parchi nazionali delle Alpi

Sulle Alpi, nel nord Italia, sono presenti quattro parchi nazionali. Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è stato il primo parco d’Italia, istituito nel 1922. Si trova fra Piemonte e Valle d’Aosta. Un altro storico parco nazionale situato sulle Alpi è quello dello Stelvio: è vasto oltre 400.000 ettari, e si trova nell'area del gruppo montuoso Ortles-Cevedale, fra Lombardia e Trentino-Alto Adige. 

alpi-dolomiti
Sulle Alpi si trovano quattro grandi parchi nazionali italiani

Confina a nord con il Parco Nazionale Svizzero, al sud con il Parco naturale provinciale Adamello-Brenta e con il Parco regionale dell'Adamello. Sempre sulle Alpi troviamo anche il parco nazionale della Val Grande, e quello delle Dolomiti bellunesi, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco. 

I parchi dell’Appennino

I parchi nazionali lungo la catena dell’Appennino sono davvero tanti. Da nord a sud troviamo quello dell’Appennino Tosco-Emiliano, il parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, situato a circa 50 chilometri da Firenze, e i grandi parchi del cuore d’Italia: il parco dei Monti Sibillini, nel quale stanno riaprendo i sentieri dopo il terremoto del 2016, quello del Gran Sasso e Monti della Laga e quello della Maiella. Questi tre parchi formano una vastissima area che abbraccia parte delle Marche, dell’Umbria, del Lazio e l’Abruzzo. Proprio in Abruzzo troviamo anche un altro storico parco nazionale italiano, quello che oggi si chiama Parco nazionale d’Abruzzo, del Lazio e del Molise. 

sibillini-appennino
I monti Sibillini, sull'Appennino centrale, sono protetti da uno dei parchi nazionali d'Italia

Scendendo ancora verso sud troviamo poi un’altra vasta area di alto valore naturalistico: il parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, situato in Campania. Non lontano si trova il parco dell’Appennino lucano, Val d’Agri- Lagonegrese, situato in Basilicata ed istituito nel 2007. È stato il 23°parco nazionale italiano ad essere istituito. Nella stessa area geografica troviamo anche il Parco del Pollino. Situato a cavallo fra Basilicata e Calabria, quest'ultimo è il parco italiano più grande, con quasi 193.000 ettari di superficie. Scendendo ancora verso sud, sempre in Calabria, troviamo poi il parco della Sila e quello dell’Aspromonte.

I parchi della Sardegna 

In Sardegna troviamo ben tre parchi nazionali: il parco del Golfo di Orosei e del Gennargentu, La Maddalena, ed il parco dell’Asinara.

Altri parchi

In questa lunga lista di parchi nazionali, che come detto sono in tutto 25, ed occupano una superficie di oltre 15.000 chilometri quadrati, bisogna menzionare anche quello delle Cinque Terre, in Liguria, il parco dell’Arcipelago Toscano, che comprende molte isole di questo arcipelago ed isolotti minori, nonché aree sottomarine, il parco del Circeo, nel Lazio, il parco del Vesuvio, in Campania, il parco dell’Alta Murgia, in Puglia. L’ultimo parco nazionale istituito in Italia, nell'estate del 2016, è quello di Pantelleria.

Pubblicità