Quando marzo era il primo mese dell’anno

Nell'antica Roma marzo era il primo mese dell'anno: tutto cambiò con la riforma giuliana del calendario. Marzo è il mese in cui torna la primavera: quest'anno l'equinozio sarà il giorno 20.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 01 Mar 2018 - 10:51 UTC
calendario-marzo
Il calendario gregoriano e quello giuliano stabiliscono che marzo sia il terzo mese: ma non è stato sempre così.

Febbraio è terminato, ed eccoci a marzo, il terzo mese dell'anno nonché il mese in cui torna la primavera. Eppure marzo non è sempre stato il terzo mese dell’anno. Fino al 46 a.C., quando nell'antica Roma era ancora vigente il calendario romano, l’anno iniziava oggi, con il primo marzo. 

Aprile era il secondo mese, poi veniva maggio, giugno, fino ad arrivare a luglio, che si chiamava Quintilis (quinto mese). A seguire veniva Sextilis (sesto mese). I mesi successivi, da settembre a dicembre, portano ancora oggi l’impronta di quell'antico calendario: settembre era il settimo, ottobre l’ottavo, fino ad arrivare a dicembre, che era il decimo mese. Febbraio era l’ultimo mese dell’anno.

Marzo era il primo mese dell'anno prima della riforma giuliana

La riforma del calendario romano venne promulgata da Giulio Cesare, e fu introdotta nel 46 a.C.: da quel momento il calendario si sarebbe chiamato Giuliano, in omaggio al suo fondatore. Da allora l’anno inizia a gennaio, ed i mesi hanno acquisito grosso modo l’attuale suddivisione. Inoltre, vennero inseriti gli anni bisestili. Altra modifica, ancora presente, è quella dei nomi dei mesi Quintilis  (diventato "luglio" in onore di Giulio Cesare) e successivamente di Sextilis, diventato "agosto" in onore all'imperatore Augusto.

Il calendario giuliano è stato usato fino al 1582, quando è stata introdotta una nuova riforma, con l’inserimento del calendario Gregoriano in alcuni paesi europei. Questo calendario prende il nome dal papa Gregorio XIII, che lo introdusse con la bolla papale Inter gravissimas.

Inizia la primavera meteorologica

Marzo è il mese in cui torna la primavera (il giorno dell’equinozio di primavera cade quest’anno il 20 di marzo). Quella meteorologica inizia oggi, primo marzo. Dal punto di vista meteorologico è un mese caratterizzato ancora da possibili episodi di freddo, anche intenso, come quello che sta vivendo l’Italia.

Proprio oggi, si sono registrate le ultime gelate intense nelle regioni centrali, con valori minimi molto bassi, e nella notte passata la neve ha imbiancato Firenze ed altre città del Centro. La neve continuerà a cadere sul Nord, mentre al Centro le temperature saliranno nelle prossime ore ed arriverà la pioggia.

Pubblicità