Tsunami di ghiaccio lungo il fiume Niagara!

Sorprendenti le immagini che arrivano dall'Ontario, in Canada: un vero "tsunami" di ghiaccio investe la riva del fiume Niagara, nella zona del lago Erie. Ecco cosa è successo.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 25 Feb 2019 - 06:05 UTC

Uno "tsunami" di ghiaccio si abbatte sulla riva del fiume Niagara, nella zona del lago Erie, in Ontario (Canada). È accaduto ieri in una località situata a poca distanza dalla città canadese di Buffalo, Fort Erie. Una persona ha filmato il momento in cui il ghiaccio invade la riva, ed ha caricato tutto su Internet. Il motivo di questo curioso fenomeno è che il ghiaccio formatosi sulla superficie del lago Erie, è stato spinto dal forte vento verso la costa. Le grosse lastre di ghiaccio provengono da una zona del lago Erie in cui è presente la cosiddetta "ice boom", una barriera che blocca il ghiaccio per evitare che raggiunga il fiume Niagara (emissario del lago Erie), dove creerebbe problemi alle installazioni idroelettriche ma anche alle proprietà. Il forte vento ha però rotto la grande lastra di ghiaccio formatasi al largo e ha trascinato fino a riva grosse lastre. Un fenomeno senza conseguenze, ma davvero affascinante ed insolito per le nostre latitudini.

Il lago Erie è uno dei grandi laghi del Nord America: in questa regione, conosciuta come "dei Grandi Laghi" si trovano cinque enormi laghi di acqua dolce, relitto dell'ultima glaciazione. I laghi segnano anche il confine fra Stati Uniti e Canada. L'immissario del lago è il fiume Detroit, mentre l'emissario è il fiume Niagara, che sbocca poi nel lago Ontario. Prima di arrivare nel lago Ontario, il Niagara river regala lo splendido spettacolo della cascate omonime (recentemente ghiacciate), fra le più famose al mondo, lungo il noto "Niagara escarpment".

Pubblicità