Novembre 2019, un anno fa la storica ondata di maltempo in Italia

Il mese di novembre del 2019, un anno fa, fu un mese di forte maltempo in Italia. Dalle alluvioni a Venezia e Matera, passando per le frane in Liguria e la piena dell'Arno in Toscana, ecco un ripasso su un mese che ricorderemo a lungo.

Il novembre del 2019, esattamente un anno fa, è stato un mese di eccezionale maltempo in Italia, con pesanti danni dalla Sicilia al Trentino, dalla Sardegna alla Toscana, dalla Puglia alla Liguria, dall'Emilia Romagna al Veneto. Come da ormai oltre 3 anni, su Meteored Italia raccontammo quel mese con numerosi articoli, che oggi ripercorriamo.

Il maltempo eccezionale del novembre 2019 in Italia

Il novembre del 2019 iniziò subito con un'ondata di maltempo che causò numerosi problemi soprattutto in Liguria e Campania per le precipitazioni abbondanti cadute sul territorio. In Liguria, dove venne attivata una allerta rossa il 3 novembre, venne colpita particolarmente la zona di Levante, con fiumi in piena e allagamenti. Pochi giorni dopo ci furono, al largo di Genova, delle spettacolari trombe marine di cui pubblicammo alcuni video.

Il mese iniziò anche con la notizia di uno studio, sottoscritto da undicimila ricercatori in tutto il mondo, che incrociando una gran quantità di dati climatici degli ultimi 40 anni arrivava a una conclusione allarmante: "è emergenza climatica".

L'acqua alta eccezionale a Venezia

L'abbiamo ricordato anche pochi giorni fa: nella notte fra il 12 ed il 13 novembre del 2019, Venezia venne colpita da un'acqua alta eccezionale, come non si vedeva dal disastroso evento del 1966.

L'alluvione lampo a Matera

Proprio mentre Venezia veniva colpita con durezza da questo evento eccezionale, la città di Matera venne colpita duramente dal maltempo, con un fortissimo temporale che trasformò in torrenti le strade di questa celebre città della Basilicata. Qui pubblicammo i video.

Le piene dei fiumi nel Centro Italia

Il 17 novembre Firenze e Pisa vissero una domenica di apprensione per la piena del fiume Arno, ottavo fiume italiano per lunghezza. A Firenze la piena superò il primo livello di allerta (3 metri di altezza idrometrica a Firenze Uffizi). Forte preoccupazione anche a Pisa, dove vennero collocati sacchetti di sabbia lungo le spallette e le scuole rimasero chiuse.

Fenomeni meteo avversi si registrarono in tutta Italia, un paese dove l'elevato rischio idrogeologico ripresenta ogni autunno e ogni primavera antichi problemi mai del tutto risolti. Una situazione difficile si registrò in Alto Adige dopo le forti nevicate, con migliaia di utenze senza corrente. A questo link pubblicammo i video di una valanga fra le case in provincia di Bolzano, nella Val Martello. Qui sotto invece l'articolo, sempre di quel novembre di un anno fa, della piena del fiume Timavo, il fiume sotterraneo del Carso.

Il maltempo continuò fino a fine mese. Da segnalare il crollo di un pezzo di viadotto dell'autostrada A6, in Liguria, a causa di una grande frana.

Il mese si concluse con la pubblicazione dei dati sulla quantità di frane che colpisce l'Italia ogni anno rispetto al resto del continente europeo: solo in Italia l'80% delle frane di tutto il continente, riportarono quei giorni i mezzi di informazione, rilanciando i risultati di uno studio di IFFI.